Ricordate il clima da competizione selvaggia che c’era fino a qualche anno fa, prima che il web irrompesse prepotentemente nelle nostre vite? Avete notato come invece adesso i professionisti tendano a collaborare? Se non vi è capitato di accorgervene probabilmente chi vi circonda non lo fa o nel vostro ambiente predomina una tendenza alla competitività che vede nell’altro un semplice avversario invece che un possibile alleato.

Sicuramente un piano di marketing e le azioni che ne conseguono non possono prescindere dall’analisi dei concorrenti e da un confronto competitivo nel proprio settore ma a questa opzione consiglio di affiancarne strategicamente e tatticamente una orientata alla collaborazione. Non voglio trovare una definizione o coniare un nome per questo approccio, ma semplicemente darti degli spunti.

Collaborare è sempre una buona abitudine e non solo per raggiungere obiettivi commerciali o di business. Si tratta di una pratica relazionale tra le più efficaci ed ha trovato nei canali digitali molteplici strumenti per essere valorizzata. Pensate ai forum che tramite la condivisione di informazioni e il supporto reciproco moltiplicano le conoscenze in determinati ambiti. In questo breve articolo ti suggerirò alcune idee per portare la collaborazione nel marketing per la tua attività.

La collaborazione nel marketing ha la capacità di: ampliare il proprio pubblico, creare sinergie professionali arricchenti, migliorare l’immagine della propria azienda, rafforzare la proposta commerciale ma anche molto semplicemente scambiare dei link e moltiplicare il referral verso il vostro sito.

Un esempio da due grandi brand: Sephora e Stabilo e il loro eyeliner a forma di evidenziatore

Recentemente un grande retailer e brand come Sephora ha collaborato con Stabilo per creare dei divertenti eyeliner in feltro con la forma dei celebri evidenziatori. Un grande successo che ha attirato l’attenzione del pubblico sui social media stimolando l’interesse e la curiosità. Questo è un tipico esempio di collaborazione tra grandi brand.

Anche le piccole aziende possono unire le forze

E voi avete mai pensato a creare una partnership con un’altra azienda? Anche se le vostre dimensioni e il vostro budget non sono quelli dei due brand citati potete farlo. Anzi, a parer mio, dovreste farlo.

Potreste organizzare un evento da lanciare sui social media, creare delle reti commerciali con vantaggi cumulativi per i vostri clienti o animare un gruppo tematico condiviso sui canali social.

Spesso è più utile tendersi la mano che tenere il coltello fra i denti.

Spero di aver dato una sferzata di energia alle tue idee ma se vuoi parlarne più approfonditamente e fare un primo passo concreto scrivimi ad info@francescaloiacono.com